Come Contribuire
 
Cerca
Ricerca parole o frasi all’interno del sito.
 
Login





Non sei ancora registrato?
Registrati ora!
Recupera password
Choose your language:
deutsch english espaol franais italiano portugus

Time Management / TM BlogDelSito 2006


Time Management: Blog Del Precedente Sito - Annata 2006




Introduzione

Originariamete c'era un sito web specifico all'Indirizzo www.time-managememt.it.
Nel tempo ho deciso di integrarlo all'intermo del mio sito generale (questo) di supporto al progetto Campioni del Mondo, a cui contribuisce attivamente.
Nel "vecchio" sito, avevo naturalmente un blog di news. Sebbene molti siano semplicemente degli annunci, e quindi non vale la pena riportarli, altri erano proprio spunti di riflessione che invece hanno un loro interesse specifico. Alcuni sono successivamente confluiti in versioni più recenti del testo, altre sono rimaste lì come spunti da sviluppare.
Sono riportati qui sotto in ordine cronologico inverso (i più recenti in alto).

[ADD20] Ma il Time Management, deve organizzare TUTTO il nostro tempo?

Data: 01.12.2006

Oggi parlavo con un amico, e ci confrontavamo sulla difficoltà di aver tempo non organizzato.... Vorrei spendere due minuti a condividere con te una mia esperienza.
Io vedo che nel w/end non sono in generale reperibile da cose o persone che non siano parte della famiglia. Non sono stato sempre così ...ma èarrivato un giorno in cui guardandomi dentro mi sono accorto che non avevo più un briciolo di tempo: tutto pianificato ed allocato... Lavoro, volontariato, famiglia vicina e lontana, un po' di attività fisica, qualche hobby... Time management al massimo livello: nessun minuto sprecato. Sembra un risultato ragguardevole, riuscire ad incastrare tutto, ma ho scoperto a mie spese che lo era solo a metà: ero diventato una scatola chiusa, in cui null'altro entra se qualcos'altro non esce...
Aggiungo solo, che gli eventi eccezionali degli ultimi anni mi hanno aiutato a capire quanto fosse "volatile" questo mio organizzarmi.
E allora, negli anni ho cambiato il mio approccio: ho sempre tutto pianificato, ovvero tutte le cose che assumo come "compiti", hanno il loro spazio, ma riservo con i denti anche un po' di tempo "libero", nel senso che a priori non è per nessuno / nessuna attività.
Non è facile mantenere con fermezza questa linea, non solo nei confronti degli altri (il lavoro ci mette del suo...), ma anche verso me stesso... ma so che poi cosa tira cosa ed eccezioni diventano la regola.
E allora buttiamo il Time Management? Niente affatto: bisogna solo rigordarsi di aggiungere un'attività chiamata "tempo libero", in cui non si è già previsto a priori di fare qualcosa. Tempo libero che sia veramente "libero"

[ADD19] la Danza del Tempo

Data: 15.11.2006

Vivi l'attimo, apprezzandolo in ogni suo aspetto, senza correre, perchè passa e non ritorna... Una breve storiella tutta da leggere... i
Hai mai guardato i bambini
In un girotondo?
O ascoltato il rumore della pioggia
Quando cade a terra?
O seguito mai lo svolazzare irregolare di una farfalla?
O osservato il sole allo svanire della notte?
E le stelle comparire d'incanto a rischiarare il cielo?

Faresti meglio a rallentare.

Non danzare così veloce.
Il tempo è breve.
Ogni attimo è una nota che non ritorna.
La musica non durerà.


Percorri ogni giorno
Sempre in volo?
Quando dici "Come stai?"
Ascolti la risposta?
Quando la giornata è finita   
Ti stendi sul tuo letto   
Con centinaia di questioni da affrontare
Che ti passano per la testa?

Faresti meglio a rallentare.

Non danzare così veloce.
Il tempo è breve.
Ogni attimo è una nota che non ritorna.
La musica non durerà.


Mai detto a tuo figlio: "lo faremo domani? "
Senza notare nella fretta, Il suo dispiacere?
Mai perso il contatto,
Con una buona amicizia che poi è finita
Perchè tu non avevi mai avuto tempo
Di chiamare e dire "Ciao"?

Faresti meglio a rallentare.

Non danzare così veloce.
Il tempo è breve.
Ogni attimo è una nota che non ritorna.
La musica non durerà.


Quando corri cosi veloce 
Per giungere da qualche parte   
Ti perdi la metà del piacere di andarci.
Quando ti preoccupi e corri tutto il giorno, 
È come un regalo mai aperto. 
Gettato via.

La vita non è una corsa.

Prendila più piano
Ascolta la musica
Prima che la canzone sia finita.


[ADD18] Storiella sul tempo 2

Data: 15.03.2006

Un breve break tra argomenti impegnativi...
C'era una volta un pover'uomo che chiedeva qualche spicciolo all'angolo di una strada. era conosciuto da molti negozianti e passanti della zona come una persona mite e che non dava assolutamente alcun fastidio: si limitava con molta discrezione ad esporre il suo cappello ed un breve biglietto per raccontare la sua storia. Con regolarità passava da lui un signore molto distinto, che si fermava a parlare con lui. All'inizio nessuno dei vicini ci fece caso, ma poi questa presenza periodica iniziò ad attirare l'attenzione.
Qualcuno notò che questo signore, sempre ben vestito, non lasciava mai neanche un soldo, e così incominciarono a circolare critiche di tutti i generi sulla "tirchieria" di questo personaggio. Tuttavia l'ometto sembrava sempre molto contento di vederlo.
Una volta uno dei negozianti presso cui il nostro ometto stazionava, dopo che il signore distinto fu andato via, gli chiese:
"Come stanno andando le entrate oggi?"
"Molto poco... anzi quasi nulla..."
In quel momento passò una signora che lasciò qualche centesimo... Al che il negoziante aggiunse con una punta di sarcasmo:
"Certo però che se almeno quel signore così distinto ti desse una frazione dei suoi averi, potresti evitare di stare qui tutto il giorno..."
"Oh, no, non è così - rispose l'ometto - Sai chi è quello? Quello è il presidente di una grande società: per parlare con lui la gente fa la fila per settimane. Ogni minuto del tuo tempo vale un sacco di soldi..."
"E allora? A maggior ragione dovrebbe dare di più..."
"Ma lui da di più... Mi dona ogni giorno il bene più prezioso che ha una cosa che non si riguadagna: un po' del suo tempo per ascoltarmi e per farmi sentire importante per qualcuno... E' qualcosa che non potrà più avere in nessun modo, perchè il tempo non ritorna..."

[ADD17] Il tempo nelle Sacre Scritture

Data: 29.01.2006

C'è un brano nelle Sacre Scritture che sembra definire meglio di qualunque altra cosa l'idea di gestione del tempo che in fondo è alla base del libro...
[quote=Qoelet 3, 1-9]
Per ogni cosa c'è il suo momento,
il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

C'è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.

Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.
Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.

Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace.
[/quote]


Dove trovo il libro, e quanto costa ?

Data: 23.01.2006

Dato che si tratta di una pubblicazione di uno sconosciuto, portata alle stampe da un Editore di valenza locale, la domanda è tutt'altro che ovvia. Visto che mi sono arrivate alcune richieste a propostito, ecco qui...
Allora... Il Libro può essere richiesto in libreria, e ha un prezzo di copertina di 14 Euro (IVA inclusa...)
L'editore (Editore Bannò - Frascati - Roma) non è molto noto, e quindi potrebbero non conoscerlo... lo si può contattare all'indirizzo di posta elettronica: fbanno@reteitaly.com
Altrimenti potrei spedirne io una copia in contrassegno. I tempi (ed i costi) della posta dipendono essenzialmente dal tipo di urgenza che si ha. Diciamo che in generale una spedizione in 3 giorni sul territorio italiano può costare sugli 8 Euro.
N.B. Vorrei ricordare che tutti i proventi di questo libro (cioè al netto delle spese di pura stampa) vanno in beneficenza.

[ADD16] Il nostro tempo biologico (PARTE 3: il valore dei Fattori) - in PREPARAZIONE

Data: 16.01.2006

Dopo aver definito quali siano i fattori ambientali che influiscono sulal durata del tempo, proviamo a definire le linee guida per quantificarne l'impatto...
In [ADD15] siamo arrivati a definire questa funzione:
[quote]TempoPercepito = TempoAssoluto x LDS x LDP x LDO(LDS)[/quote]
Abbiamo anche detto che i vari fattori assumeranno un valore "> 1" in tutti i casi in cui il tempo sembra allungarsi, e "< 1" quando invece sembra accelerare.
Ora si tratta di capire come dare un valore a questi fattori. Iniziamo subito con sfatare un mito: chi si aspettasse di avere il valore bello e pronto, forse legge troppi oroscopi, o vede troppi programmi di lotto o cartomanzia... :wink:
Quello che faremo qui è di aiutare ciascuno a trovare i propri valori, e a raffinarli e rivederni nel tempo. Per far eciò ci sia aiuta con dei semplici esercizi.
1) Creaiamoci un foglio con le seguenti colonne: data, ora stimata, ora reale, LDS, LDP, LDO
2) Evitiamo di guardare spesso l'orologio: guardiamolo solo la mattina, intorno alla pausa pranzo e la sera
3) Dopo un (bel) po' che stiamo impegnati in una qualunque attività, proviamo ad indovinare che ore siano e scriviamolo sul foglio
4) Mettiamo nelle colonne LDS, LDP e LDO un numero che descriva l'azione in corso in termini dei fattori (più dettagli a seguire)
5) Vediamo che ore sono in realtà ed annotiamolo
Dall'analisi di questi dati potremo ricavare il valore che noi dobbiamo usare per ciascun parametro. Si tratta di applicare un po' di algebra... ed usare qualche piccolo trucco nella selezione degli eventi: se riusciamo a trovare eventi che siano prevalentemente di un solo tipo....
Manca solo definire i valori da dare alle colonne LDS/P/O...
...ma se fossero stati messi, non sarebbe più stato "IN PREPARAZIONE!" :wink:

[ADD15] Il nostro tempo biologico (PARTE 2: i Fattori)

Data: 09.01.2006

Continuiamo ad esplorare il rapporto tra tempo assoluto e biologico...
In [ADD13] abbiamo visto come provare a quantificare il tempo percepito in relazione al tempo assoluto e a certi fattori...
Una prima considerazione che possiamo fare è che chiaramente i Bioritmi, intesi come cicli immutabili e autonomi dal nostro "presente", probabilmente non sono il contributo principale, e quindi per il momento li parcheggiamo. Quello che invece è prioritario, e che cercheremo di fare qui, è identificare i fattori correttivi di cui abbiamo parlato, e di stimare come contribuiscano al nostro modo di percepire la durata del tempo.
Iniziamo con identificarne la lista:
[list] [*]LDS - Livello di Soddisfazione (quanto è piacevole / spiacevole ?) [*]LDP - Livello di Prevedibilità (quanto è routine / non previsto?) [*]LDO - Livello di Orizzonte (quanto è lontano / vicino ?) [/list]
Una prima analisi è vedere come questi fattori influenzino la percezione:
[list] [*]LDS - più è piacevole e più il tempo sembra volare via; più e spiacevole, e più sembra non passare mai. [*]LDP - più è routine, e più il tempo non passa mai, ma quando succedono tante cose impreviste, il tempo vola [*]LDO - quando una scadenza è lontana, sembra non arrivare mai, poi quando si arriva vicino, il tempo sembra accelerare e volare via. [/list]
Spero che qualcuno abbia fatto una obiezione all'ultimo punto: in effetti il fattore LDO può essere interpretato come sopra, ma anche al suo contrario. Se infatti pensate al lavoro, la lettura appena data è corretta, ma se si pensa all'inizio delle vacanze, allora è esattamente il contrario.
Questo ci conduce alla considerazione che i fattori non sono completamente indipendenti tra di loro e che l'effetto di uno può cambiare "verso" in funzione dello stato di un'altro. Ovviamente il sistema non deve avere dipendenze incrociate, altrimenti addio sistema. :wink:.
Se riprendiamo la formula espressa in [ADD13], potremo allora riscriverla come:
[quote]TempoPercepito = TempoAssoluto x LDS x LDP x LDO(LDS)[/quote]
I vari fattori assumeranno un valore "> 1" in tutti i casi in cui il tempo sembra allungarsi, e "< 1" quando invece sembra accelerare. In tal modo i vari contributi si integrano in un unico risultato generale che tiene conto delle varie influenze. Rimane solo un ponto: capire come quantificare i fattori in questione, ma questo sarà per un altro articolo... :tongue:

[ADD14] Storiella di Natale sul Tempo

Data: 03.01.2006

Anche il Natale ci può insegnare qualcosa su come spendere il nostro tempo...
BUON
NATALE
A
CHI
AMA
DORMIRE
MA SI SVEGLIA
SEMPRE DI BUON 
UMORE. A CHI SALUTA
ANCORA CON UN BACIO. A
CHI LAVORA MOLTO E SI DIVERTE DI
PIU'. A CHI VA IN FRETTA IN AUTO, MA
NON SUONA AI SEMAFORI. A CHI ARRIVA
IN RITARDO MA NON CERCA SCUSE. A CHI SPEGNE 
LA TELEVISIONE PER FARE DUE CHIACCHIERE. A CHI HA UN
SORRISO PER TUTTI ANCHE QUANDO NON HA NULLA DA SORRIDERE
A CHI E' FELICE IL DOPPIO QUANDO FA A META'. A CHI SI ALZA PRESTO
PER AIUTARE UN AMICO. A CHI HA L'ENTUSIASMO DI UN BAMBINO
MA PENSIERI DA UOMO. A CHI VEDE NERO
SOLO QUANDO E' BUIO.
 
A CHI NON ASPETTA NATALE
PER ESSERE 
PIU' BUONO
 
 
AUGURI PER UN SERENO ANNO NUOVO
	


Titolo

Data: xx.mm.yyyy



print

 
La Terza Strada
 
Storia Macchie Solari
 
Certificazione Etica
 
Sondaggio
Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi
Freely inspired to Mollio template